Facebook ed Ansia Sociale

Approcciare una persona, scambiarci due parole, chiedere un recapito, fissare un appuntamento…  è noto a tutti quanto possa risultare ansiogeno l’inizio un’interazione sociale o di una vera e propria frequentazione. Che si tratti di un incontro annunciato, previsto, ricercato o semplicemente fortuito, sostenere una conversazione con persone appena conosciute può creare un certo imbarazzo ed è esperienza abbastanza comune il tentativo di monitorare in diretta l’immagine di noi stessi che stiamo trasmettendo al nostro interlocutore, con tutto il corredo di probabili giudizi negativi che ci attribuiamo e annesse manifestazioni fisiologiche di arrossamento, tremori e sudorazione. Per chi convive con un elevato livello di ansia sociale tutto questo può essere un vero e proprio supplizio. Come aggirare il problema? Come soddisfare l’innato bisogno di relazioni interpersonali e contemporaneamente sottrarsi alla tanto angosciante esposizione sociale?! Dal 2004 una potentissima novità: compare nelle nostre vite lo strumento che, a buon diritto, può essere considerato l’apripista degli scambi comunicativi, l’anticamera delle relazioni interpersonali e, talvolta, il sostituto del contatto sociale: Facebook. Foto e informazioni accuratamente selezionate, risposte studiate che arrivano con tempi di latenza non ammessi dal vivo e un monitor che azzera tutti quei chiari segnali di ansia che ci tradiscono nelle interazioni face to face. Facebook si presenta come l’escamotage perfetto per intessere scambi comunicativi e allo stesso tempo gestire la propria ansia sociale. I risultati di uno studio rivelano che, effettivamente, sia il tempo trascorso su Facebook sia la facilità e la disinvoltura percepite nelle comunicazioni online sembrano correlare positivamente in modo significativo con il livello di ansia sociale manifestato dagli utenti. Tuttavia, i vantaggi esperiti nell’immediato sembrano essere pesantemente controbilanciati dagli svantaggi riscontrabili nel lungo termine. Una ricerca mostra come l’aver avuto un preliminare contatto su Facebook non aiuti le persone, in particolare quelle che soffrono di ansia sociale, ad allentare la tensione del successivo incontro dal vivo, anzi: interagire con una persona che presumibilmente ha già avuto modo di crearsi un’aspettativa su chi andrà ad incontrare, rende ancora più ansiogeno il contatto diretto.

Per approfondire l’argomento clicca qui.

Dott.ssa Martina Rosadoni

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *