Ansia Sociale e Riconoscimento Facciale

Uno studio pubblicato su Psychiatry Research (Avery et al., 2016) si è interessato al rapporto tra inibizione sociale, un elemento chiave dell’ansia sociale, e abilità nel memorizzare le caratteristiche di un volto umano. Lo studio ha sottoposto 52 giovani adulti ad un compito di riconoscimento facciale. Il campione considerato è stato suddiviso in soggetti con un’alta inibizione sociale e soggetti con bassa inibizione sociale. I risultati hanno mostrato come i primi ottenevano punteggi inferiori ai secondi nella memorizzazione e nel riconoscimento dei volti mostrati a schermo. Gli autori concludono che la capacità di fermare nella memoria i tratti salienti di un volto sia un meccanismo cruciale nello sviluppo e nel mantenimento dell’inibizione sociale e probabilmente dell’ansia sociale.
Per approfondire l’argomento clicca qui.

Dott. Duccio Baroni

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *