Abilità sociali e assertività

Uno dei fattori che porta ad una buona qualità di vita è dato dalla qualità e dalla quantità dei rapporti sociali.

La costruzione di una buona rete sociale dipende anche dalle capacità del singolo individuo di interagire positivamente con le persone.
Possiamo definire le abilità sociali come l’insieme delle abilità, verbali e non, che permettono l’interazione sociale con le altre persone.

Normalmente le persone nel corso della propria vita imparano e costruiscono il loro personale modo di interagire socialmente, cioè costruiscono il loro stile interpersonale. Alcune persone sono più espansive, altre più misurate, altre ancora gesticolano, altre sono seriose.
In ogni caso, tutti sviluppano nel corso della propria vita un repertorio di abilità sociali, che permette loro, ad esempio di parlare, raccontare, presentarsi, discutere, affrontare, criticare, dichiararsi…

In particolare, le abilità sociali si dividono in abilità non verbali, ad esempio la postura, il gesticolare, il contatto oculare, lo stringere la mano, la distanza che teniamo dagli altri e in abilità verbali, come ad esempio aprire un discorso, congedarsi, presentarsi, parlare di un argomento personale, porre domande, rispondere ad un critica, ecc.

Le abilità sociali sono, dunque, lo strumento attraverso il quale creiamo una relazione con altre persone. Più le nostre abilità sono sviluppate, flessibili e adattabili, più la nostra vita sociale se ne giova, più la nostra qualità di vita se ne giova.

Queste abilità, come già spiegato, possono essere apprese ed ampliate qualora se ne senta l’esigenza. Chi si sente impacciato o a disagio in certe situazioni o su certe specifiche abilità può chiudersi e disinvestire nell’ambito relazionale, instaurando un circolo vizioso che alimenta la propria timidezza, il proprio senso di inadeguatezza e le sensazioni di disagio.

L’evitamento può inizialmente salvarci da situazioni disturbanti ma, alla lunga, può diventare il maggior fattore di mantenimento dei disagi relazionali e dell’ansia sociale. Tramite terapie di gruppo ed individuali è possibile interrompere questo circolo vizioso e reimparare le abilità sociali non sviluppate, contribuendo al miglioramento e al potenziamento delle stesse.

Condividi